Cosa si intende per bollino blu e chi ne avrà diritto?

L’Associazione Tedesca per l’Ambiente (DUH), in collaborazione con altre associazioni ambientaliste, ha definito quali veicoli potranno ricevere il bollino blu. Nello specifico ne avranno diritto solo i veicoli alimentati a diesel che rispetteranno i parametri previsti dalla classe Euro 6 (si tenga presente che non tutte le automobili diesel di classe Euro 6 rispettano i valori massimi previsti di biossido di azoto!) e i veicoli a benzina classe Euro 3. Ulteriori dettagli sono presenti nella seguente lista:

 

 

Classi di veicoli „aventi diritto“ al Bollino Blu:

A seguito delle proposte del DUH e del loro parere legale (un parere che, finora, è stato confermato dai tribunali), le seguenti classi EURO potrebbero aver diritto ad un bollino blu.

  • Veicoli a benzina senza iniezione diretta delle classi EURO 3-6.
  • Veicoli a benzina con iniezione diretta delle classi EURO 6c e 6d-TEMP.
  • Veicoli a benzina con iniezione diretta della classi EURO 3-6b, a condizione che il veicolo sia dotato di un filtro antiparticolato.
  • Veicoli diesel e autocarri/veicoli commerciali diesel della classe EURO 6d-TEMP.
  • Veicoli elettrici senza motore a combustione.
  • Veicoli GNC/GPL come autoveicoli, autocarri e autobus delle classi EURO 3-6.

Attenzione: poiché in Germania non esiste ancora una direttiva ufficiale che specifichi quali veicoli debbano ricevere un Bollino Blu, le proposte del DUH sopra menzionate non sono ancora giuridicamente vincolanti!

Bollini blu chiaro e blu scuro

Secondo recenti considerazioni dell’Agenzia Federale per l’Ambiente del 06.03.2018, sarebbero possibili e necessari due bollini blu.

Il bollino blu chiaro per:

  • Veicoli a benzina con iniezione diretta delle classi EURO 3-6 senza filtro antiparticolato.
  • Veicoli diesel e autocarri/veicoli commerciali diesel della classe EURO 5 dotati di una tecnologia SCR (AD-Blue).
  • Veicoli diesel e autocarri/veicoli commerciali diesel delle classi EURO 6b e 6c.

Il bollino blu scuro per:

  • Veicoli a benzina senza iniezione diretta delle classi EURO 3-6.
  • Veicoli a benzina con iniezione diretta delle classi EURO 6c e 6d-TEMP.
  • Veicoli a benzina con iniezione diretta delle classi EURO 3-6 dotati di un filtro antiparticolato.
  • Veicoli diesel e autocarri/veicoli commerciali diesel della classe EURO 6d-TEMP.
  • Veicoli elettrici senza motore a combustione.
  • Veicoli GNC/GPL come autoveicoli, autocarri e autobus delle classi EURO 3 fino a 6d-TEMP.

Una panoramica delle norme europee EURO (EURO 1-6d) e la loro validità è disponibile qui.

Volantino divieti di circolazione per diesel 1,5 MB

Tutte le informazioni sui divieti di circolazione per i veicoli diesel, sul Bollino Blu e sull’app in un unico volantino.

Attenzione: poiché in Germania non esiste ancora una direttiva ufficiale che specifichi quali veicoli debbano ricevere un Bollino Blu, le proposte dell’Associazione tedesca per l’ambiente (DUH) sopra menzionate non sono ancora giuridicamente vincolanti!

Se volete sapere quale auto, secondo il parere dell‘ADAC Germania, ha un basso rischio di essere colpita dai divieti di circolazione nei prossimi anni, potete dare un’occhiata all’elenco positivo dell’ADAC qui.

 

 

Motori a benzina con iniezione diretta

I motori a benzina con iniezione diretta svolgono un ruolo speciale tra i motori a benzina.
Questa tecnologia è stata a lungo oggetto di pesanti critiche da parte delle associazioni ambientaliste, poiché questi motori a benzina con iniezione diretta (solitamente turbo), sono più economici dei normali motori a benzina (tecnologia del collettore di aspirazione), ma emettono un’elevata quantità di particelle di fuliggine e ossidi di azoto, e quindi non dovrebbero rientrare nello standard di emissione Euro 6.
Di conseguenza, la norma EURO 6 non può essere soddisfatta dai veicoli a benzina con iniezione diretta, a meno che non siano dotati di un filtro antiparticolato idoneo. Se questo non fosse il caso, tali veicoli supererebbero gli standard previsti di diverse centinaia di volte.

I proprietari dei veicoli a benzina con iniezione diretta possono avere la certezza solo al momento della reimmatricolazione del veicolo a partire da settembre 2018, che la norma EURO 6c rispetti il valore limite delle particelle, perché solo con la reimmatricolazione è obbligatorio il montaggio di un filtro antiparticolato.
L’installazione di un filtro antiparticolato rappresenta un’alternativa per conformarsi agli standard di emissione. I filtri antiparticolato sui motori a benzina sono attualmente rari. Tuttavia, Peugeot e Citroën stanno già equipaggiando alcuni modelli in produzione.

Domande, risposte e informazioni in merito al Bollino Blu

Chi ha diritto a ricevere il Bollino Blu?
Chi impone l’utilizzo del Bollino Blu?
Le cause degli ossidi di azoto
Superamento dei valori limite
Motivazioni contro l’utilizzo del Bollino Blu
Alternative al Bollino Blu
I danni causati dal biossido di azoto
Gli ossidi di azoto nelle zone a tutela ambientale
Le principali cause degli ossidi di azoto
Principi giuridici e valori limite degli ossidi di azoto
Azioni legali e sentenze a favore della riduzionedegli ossidi di azoto
La politica e il problema degli ossidi di azoto
Quali altri bollini esistono in Europa?

Berlino e il Bollino Blu
Monaco e il Bollino Blu
Stoccarda e il Bollino Blu