Zona ambientale blu a Berlino – Pianificazione

A seguito della decisione della Conferenza dei Ministri dell’Ambiente del 07.04.2016 relativa all’introduzione del Bollino Blu in Germania, in tutte le città, colpite dall´aumento dei valori limite di emissione, si assiste ad una vivace discussione in merito all‘introduzione di un Bollino Blu. Tale discussione viene rafforzata ulteriormente dalla denuncia presentata dall´Associazione Tedesca per l’Ambiente (DUH) contro il Land di Berlino. Già nel 2016 l´associazione aveva presentato una denuncia presso il tribunale amministrativo di Berlino, poiché il Senato per lo Sviluppo urbano e l´Ambiente non aveva adottato misure sufficienti per raggiungere la conformità con i valori di NOx previsti. Questa denuncia ha assunto una risonanza particolare dal mese di luglio 2017, in quanto il caso di Stoccarda ha dimostrato che il tribunale difende gli interessi dei cittadini e impone divieti di circolazione conformemente alla legislazione tedesca.
In quest’ottica grandi aree del centro urbano di Berlino potrebbero a breve essere rese inaccessibili a quasi tutti i veicoli diesel. Questo riguarderebbe soprattutto i quartieri in cui l’aria è particolarmente inquinata, quali ad esempio la Leipziger Straße, l´autostrada di Neukölln e l´Hardenbergplatz vicino alla stazione del giardino zoologico. In questi quartieri le limitazioni degli ingressi imposti dall´introduzione del Bollino Blu sarebbero particolarmente inaspriti. In ogni caso, è presumibile che una futura Zona Ambientale Blu non corrisponderebbe alla Zona Verde esistente, ma includerebbe aree più piccole del centro cittadino.

Ossidi di azoto a Berlino - Informazioni fino a settembre 2017

Dopo il vertice sul diesel a Berlino, nell'agosto 2017, Regine Günther, Senatrice dell'Ambiente e del Traffico, ha richiesto un intervento immediato da parte dell'industria automobilistica e della politica. Per lei Il fattore decisivo è rappresentato dall'intervento immediato e dall'attuazione di misure concrete. Tuttavia, i divieti di circolazione costituiscono solo l´ultima risorsa per proteggere la salute delle persone, come ha dichiarato in un'intervista stampa.
Nei 16 punti di misurazione a Berlino e nelle 25 piccole stazioni mobili sui percorsi a lunga distanza, i valori limite di emissione sono regolarmente misurati. Il superamento del 39% di questi valori limite di emissione è causato dai gas di scarico dei veicoli, ma anche gli aeroporti, la navigazione interna e l'industria contribuiscono all'inquinamento atmosferico tramite l´emissione degli ossidi di azoto. Sebbene siano state già adottate misure interessanti e lodevoli negli ultimi anni, queste sono ancora insufficienti per raggiungere la conformità con i valori di emissione di NOx previsti dalla legislazione tedesca. A tal scopo, la capitale ha introdotto una grande zona ambientale e, con la campagna “1000 taxi elettrici per Berlino”, ha messo in circolazione gran parte dei taxi ad emissioni zero in Germania. Al fine di migliorare i valori dell'inquinamento atmosferico, il Senato vuole ridurre il limite di velocità a 30 km/h nella maggior parte delle aree urbane di Berlino. Anche l´introduzione del Bollino Blu è ancora discussa nell´ambito dello scandalo sul diesel.