Zona ambientale blu ad Amburgo – Pianificazione

In un certo senso la città di Amburgo svolge un ruolo di guida, poiché è la prima volta che sono riesaminati piani concreti per la realizzazione di una zona con divieti di circolazione. Jens Scholz, Senatore dell'Ambiente e dell'Energia, aveva già annunciato nel luglio del 2016 che dovevano essere adottate misure più severe per migliorare la qualità dell'aria di Amburgo e non escludeva l'introduzione dei divieti di circolazione per i diesel, vale a dire una zona ambientale blu. L´Agenzia locale per l'Ambiente aveva poi annunciato misure concrete nel maggio 2017, che finora sono state fortemente discusse. I tratti stradali di Stresemannstraße e Max-Brauer-Allee, ad esempio, devono essere resi inaccessibili agli autocarri più vecchi non conformi alla categoria Euro 6, e a gran parte dei veicoli diesel. Tuttavia, ci sono problemi nell'attuazione, in quanto tre quarti della flotta urbana non sarebbero più autorizzati a circolare. A causa di notevoli disposizioni particolari per i veicoli delle forze dell´ordine, le ambulanze ed i residenti, tali restrizioni sono parzialmente inutili. Inoltre, la limitazione su piccola scala non farebbe che rimandare il problema. Per questo motivo, il sindaco di Amburgo, Olaf Scholz, vuole impedire il divieto di circolazione e creare un piano di mantenimento dell´aria pulita, che contenga diverse misure alternative.

Ossidi di azoto ad Amburgo – Informazioni fino a settembre 2017

Ad Amburgo la qualità dell'aria è attualmente misurata in 15 punti. Da tali misurazioni viene calcolato un indice della qualità dell'aria, che è aggiornato ogni ora e può essere letto sul sito internet locale. In generale, questo indice risulta essere molto utile per una grande città, poiché ad Amburgo tutti i valori limite di emissione sono conformi con quelli previsti, ad eccezione dei valori degli ossidi di azoto. Questi ultimi superano regolarmente i limiti stabiliti dall'UE.
Per questo motivo, la città è stata già denunciata diverse volte dal Governo Federale Tedesco per la Tutela dell'Ambiente e la Salvaguardia della Natura (BUND). Il tribunale amministrativo di Amburgo aveva recentemente obbligato il Senato a migliorare il piano di mantenimento della qualità dell´aria, che richiederebbe ulteriori misure appropriate per la conformità con i valori indicativi. Allo stesso tempo, la città di Amburgo giustifica la mancanza di una zona ambientale con il fatto che gli effetti prevedibili legati alla sua introduzione sarebbero minimi ed i costi notevoli. Tale motivazione è stata accettata anche dal tribunale, pertanto il nuovo piano di mantenimento della qualità dell´aria si basa su tre aspetti principali: il miglioramento del trasporto pubblico e l'aumento della quota dei ciclisti, il rinnovo della flotta cittadina fino ad un traffico motorizzato a basse emissioni, ed una serie di diverse misure in grado di ridurre l'inquinamento atmosferico derivante dal settore portuale e dall'industria energetica.
I divieti di circolazione parziali introdotti dal senatore Scholz hanno ora scatenato un nuovo dibattito.